Tree climbing: potatura di alberi ad alta quota

Tree climbing: potatura di alberi ad alta quota

La potatura delle piante è un’operazione molto delicata, necessaria non solo per motivi estetici ma soprattutto per la loro salute. Da un lato infatti, capita spesso che siepi o alberi disordinati rovinino l’aspetto di un giardino, dall’altro una manutenzione periodica con potature puntuali permette agli alberi di irrobustirsi e crescere più sani.

Ma cosa succede quando si hanno alberi molto alti da potare? Vediamolo insieme.

La pratica del Tree climbing per la potatura di alberi ad alta quota

Letteralmente significa “arrampicata sugli alberi”, in realtà con questo termine si indica una specifica tecnica di cura degli alberi ad alta quota, che richiede l’accesso alla chioma attraverso funi: l’operatore, accuratamente imbragato, viene fatto salire sulla pianta da trattare, per operare una manutenzione completa in totale sicurezza, senza alcun rischio di caduta.

Questo tipo di intervento ha diversi vantaggi per il cliente, infatti non c’è la necessità di ingombrare il suolo con macchinari e piattaforme che potrebbero danneggiare il terreno sottostante. Inoltre, l’operatore ha la possibilità di lavorare a stretto contatto con la pianta, spostandosi da un ramo all’altro grazie alle funi e potandola dall’interno, accertandosi correttamente del suo stato di salute.

Infine, con questo metodo, possono essere calati a terra, tramite funi e carrucole, i rami tagliati o i residui di pezzi di legno, senza pericolo per le persone che assistono al lavoro e senza il rischio di deturpare ciò che si trova nelle vicinanze.

Come avviene il Tree climbing

La potatura di alberi in Tree climbing richiede necessariamente l’intervento di personale preparato ed equipaggiato dell’attrezzatura adatta, come imbragature e funi certificate e strumenti da taglio perfettamente affilati. Per garantire un procedimento corretto e sicuro, è necessario che l’operazione venga svolta in coppia: uno dei due tecnici salirà sulla pianta attraverso le funi, mentre l’altro, in veste di assistente, dovrà rimanere a terra per gestire i residui da eliminare o per intervenire in caso di emergenza.

Arrampicandosi sull’albero tramite le corde e giungendo all’interno della chioma, l’operatore sarà in grado di effettuare un alleggerimento dei rami garantendone un’estetica piacevole e salvaguardandone la salute nel modo più completo.

Solo personale altamente qualificato è in grado di capire come sia meglio operare, in base alla stagione e alla situazione in cui la pianta si trova. Se è vero infatti che il periodo migliore per la potatura degli alberi e degli arbusti sia l’inverno, solo una conoscenza profonda del ciclo vegetativo e dei risultati che il cliente desidera ottenere nel suo giardino, potranno suggerire il momento opportuno per compiere la manutenzione necessaria.

Per concludere, per quanto la potatura delle piante e la cura del proprio giardino possa sembrare un’operazione comune e semplice, è bene porre attenzione ai molteplici aspetti implicati. Soprattutto, è consigliato vivamente di valutare quali siano le competenze adeguate a fare un lavoro efficace, che garantisca e preservi l’estetica del vostro giardino e soprattutto il benessere delle vostre piante. Meglio dunque chiamare personale specializzato ed evitare di danneggiare la salute del proprio verde o, nei casi più estremi, la propria.