Alcune cose che non sapete sulle foto di matrimonio

Alcune cose che non sapete sulle foto di matrimonio

Quando una coppia organizza un matrimonio è normale vada a documentarsi su tantissimi aspetti organizzativi o servizi di cui avrà bisogno per l’organizzazione del grande giorno. E’ altresì normale che si venga a conoscenza di un sacco di particolari che mai ci saremmo aspettati. Il fotografo di matrimonio di Padova Juan Carlos Marzi, ci elenca un po’ di cose che forse non tutti sanno sul mondo della fotografia di matrimoni.



Se avete in programma di sposarvi in estate (come la maggior parte delle coppie) in estate il migliori momento per andare alla ricerca del vostro fotografo è il periodo che va da dicembre ad inizio febbraio. Attardarvi i mesi successivi vorrebbe dire probabilmente rischiare che il fotografo che vi piace, non sia più disponibile.

Forse non sapete che i fotografi di matrimoni possono essere ingaggiati anche solo per alcune ore, per esempio quelle che vanno dai preparativi degli sposi fino al lancio del riso. Mentre invece potete lasciare gli scatti del banchetto a qualche parente o amico fidato abile con la macchina fotografica. E’ un’opzione questa che vi permette di risparmiare.

Un fotografo di matrimonio ingaggiato per un’intera giornata solitamente scatta tra le 500 e 1000 foto. Anche se l’album di nozze verrà consegnato più avanti, entro un mese dalla cerimonia potreste ricevere una piccola selezione di foto in bassa risoluzione, per farvi un’idea di come sta venendo la post produzione degli scatti.

L’album di nozze solitamente viene consegnato tendenzialmente entro 6 mesi dal matrimonio. Solitamente questo album può contenere dalle 50 alle 100 fotografie. Esistono coppie che poprio non sanno decidersi e finiscono per realizzare anche due volumi. E’ anche possibile realizzare un album di nozze principale e poi realizzare due volumi più “essenziali” con una selezione di scatti per le famiglie degli sposi.

Per quanto riguarda le caratteristiche dell’album ormai non vi è che l’imbarazzo della scelta, perchè sul mercato attualmente esistono svariati modelli e formati. Molto di tendenza il formato verticale 30×30 o anche gli album in cui uno scatto è giù impresso sulla copertina, elemento che rende possibile esporre l’album in verticale come fosse un quadro. Da segnalare anche una certa attenzione all’ambiente grazie all’utilizzo di materiali ecologici. La proposta più trendy che possiamo trovare sul mercato riguarda gli album di nozze sono gli scrigni in plexiglass contenenti le foto sfuse senza rilegatura. Un prezioso cofanetto trasparente che ovviamente ha un costo superiore agli album tradizionali.