5 errori da non commettere quando si partecipa ad un fiera di settore

5 errori da non commettere quando si partecipa ad un fiera di settore

Quando si decide di partecipare ad un evento fieristico, manifestazione o fiera di settore, l’investimento a cui si va incontro è abbastanza corposo, per questa ragione è importante ridurre al minimo le potenziali perdite e massimizzare il ritorno sull’investimento in termini di obiettivi specifici e misurabili definiti nel piano strategico.



Molto spesso però le aziende commettono ancora alcuni errori molto banali che tendono a distruggere il risultato finale e mantenendo ben lontani dal raggiungere tutto gli obiettivi prefissati.

Tra questi errori ce ne sono 5 che sono assolutamente da evitare, te li elenco.

1. Dimenticarsi di pubblicizzare l’evento

Non solo chi organizza la manifestazione si deve impegnare a fare pubblicità e marketing all’evento, ma anche chi partecipa deve fare in modo di dare visibilità alla manifestazione creando ovviamente un messaggio che pubblicizzi la presenza della propria azienda.

Lasciare che il lavoro venga fatto esclusivamente da altri può risultare un grosso problema e portare a risultati deludenti per l’investimento fatto.
2. Dimenticarsi di invitare i propri clienti

Le fiere sono uno strumento molto importante per fidelizzare e migliorare i rapporti con i clienti che già conoscono l’azienda, mandare inviti personalizzati e specifici, magari biglietti omaggio, sono un ottimo modo per cercare di raggiungere gli obiettivi.

Questo aiuta a riallacciare contatti e rapporti con clienti che non si sentono da molto tempo e con cui si possono sviluppare nuovi ed ulteriori business.

3. Creare contenuti poco attraenti per il pubblico

L’investimento deve essere massimizzato, per questo i contenuti che si andranno a produrre, mostrare e distribuire durante la fiera devono essere pensati per aumentare al massimo i risultati.

Essere interessanti per i visitatori ed il pubblico della fiera è il primo passo per il successo, le persone daranno più attenzione a ciò che hai da offrire loro e saranno molto più propensi a creare un rapporto di business con la tua azienda o semplicemente lasciarti riferimenti per un contatto successivo.

4. Rendere troppo complesso il percorso di acquisizione dati

Nelle maggior parte delle fiere di settore non si vende, ma si raccolgono dati di potenziali clienti e partner da poter poi gestire successivamente alla fine dell’evento.
Raccogliere i dati risulta più semplice se il pubblico è coinvolto e soddisfatto dell’esperienza che il tuo stand, il tuo staff e la tua comunicazione è in grado di offrire.

5. Non gestire i contatti nel post evento

È il più grande errore che ancora troppe aziende commettono, spendono decine di migliaia di euro a realizzare lo stand in fiera, creano materiali pubblicitari fenomenali, raccolgono dati, ma poi non hanno nessuna strategia per gestirli una volta finito l’evento.

I potenziali clienti devono essere gestiti entro un massimo di una settimana finché sono ancora “caldi” ovvero si ricordano dell’azienda perché hanno appena partecipato alla fiera.

Se non vuoi che il tuo investimento si trasformi in un fallimento è importante non commettere questi 5 errori, fanno parte della strategia aziendale e devono essere pianificati per ottenere il massimo dei risultati, raggiungendo gli obiettivi prestabiliti.